un dubbio legittimo

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Share on whatsapp
WhatsApp
un dubbio legittimo

di Luca Stella

Come sempre, ci metto la penna e la faccia perché, a differenza di altri, sparlare alle spalle per fare il coniglio davanti, non abita nei miei panni; sebbene sia un costume diffuso in questo settore, e non solo.

La cronaca racconta di un indirizzo di posta elettronica destinato principalmente a ricevere comunicati stampa e inviti a conferenza stampa e presentazioni che ho attivato da illo tempore.

Una decisione che permette di essere ordinati, precisi e di avere tutto il materiale necessario a disposizione, tant’è che è stata una decisione accolta favorevolmente da molti operatori di settore, che la utilizzano per comunicare con il sottoscritto quando si tratta appunto di quelle trattazioni.

Siamo al Salone del Camper 2021 e scopro con enorme sorpresa che risulto invitato ma non presente ad alcune presentazioni stampa perché l’ufficio stampa che era incaricato di mandarle, irritualmente, le ha inviate ma su di una altro indirizzo di posta elettronica che non rientra in questi giorni nella mia disponibilità.

Vi è una persona, la solita peraltro, che ha il compito di aprire le e-mail, leggerle e, se rientrano in alcuni argomenti, comunicarmelo, altrimenti non dirmi nulla che se ne riparla a conclusione dell’evento fieristico.

Ecco, scopro che gli inviti sono stati inviati lì da un preciso ufficio stampa.

Ordunque, come mai questa decisione così irrituale?

Si potrebbe pensare, come sono propenso a fare, a un episodio di banale distrazione, di quelle che non dovrebbero accadere ma, siamo umani, e possono accadere.

Poi però il tarlo del dubbio si insinua e ci si ricorda che tra le risorse umane di questo ufficio stampa alberga qualcuno che ha precisi e diretti interessi nell’editoria di settore e quindi potrebbe trarre vantaggio dal fatto che si elimina un qualcuno che potrebbe drenare ricorso economiche, segnatamente raccolta pubblicitaria.

Un dubbio, sicuramente non è così, però resta comunque la stranezza di inviti inviati in modo irrituale da parte di un ufficio stampa con all’interno qualcuno che ha interessi anche in diretta concorrenza con lo scrivente.

Un dubbio che non avrà sicuramente valore di esistere ma che è legittimo.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Share on whatsapp
WhatsApp

Non perderti nessuna notizia. Iscriviti alla nostra Newsletter.