The Explorer Group perché è stato un gran colpo

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
WhatsApp
caravan Elddis

di Luca Stella

Sono passati pochissimi giorni dalla notizia dell’acquisizione da parte di Erwin Hymer Group de The Explorer Group e occorre fissare alcuni punti. La notizia ha ottenuto un enorme clamore nelle nazioni in cui di mercato se ne capisce e a ben donde.

Intanto perché The Explorer Group significa sì caravan e autocaravan Elddis, quindi lo storico produttore che dal 1964 produce in Gran Bretagna e vende in quattro continenti, ma anche altro.

Per esempio, dal punto di vista storico e di prestigio, sarebbe opportuno ricordare come Elddis già nella seconda metà degli anni ’60, post grande crisi europea della prima metà di quel decennio, acquisì Stables.

Stables è il più antico costruttore di caravan al mondo. Fu proprio Gordon Stables che a metà degli anni ’80 comperò un carro da fieno con assale posteriore fisso e anteriore sterzante con il timone, della tipologia “roulotte” e lo strasformò per far soggiornare in vacanza la propria famiglia.

Fu poi lo stesso scrittore di libri per bambini, Gordon Stables, che prese un carro doppio asse centrale, quello comune nei film western, per comprenderci, della tipologia “caravan” e trasformò anch’esso in rimorchio abitativo.

Erwin Hymer Group si è quindi comperato non un pezzo di storia, ma il più importante, il più antico pezzo di storia; la parte madre da cui poi tutte le altre hanno avuto seguito.

Parlando poi dei giorni nostri, ricordiamo a chi di camper e di carvaan ne capisce poco, che se guardiamo gli stabilimenti produttivi inglesi, sono tutti diversi l’uno dall’altro.

Swift con le sue matassine che permettono di allestire in pochi minuti, meno di tre, il completo impianto elettrico di una caravan, pese esempio, non ha equivalenti. Parliamo poi di Alu-Tech, ossia il sistema brevettato da Bailey che dal 1945 ha sviluppato e costantemente implementato questo sistema, con il quale imbullona le pareti, dandole un carattere di solidità unico.
The Explorer Group ha il sistema So-Lid, anch’esso brevettato, un modo unico di garantire un isolamento da primato. Senza dimenticare i pensili che vengono avvitato alle pareti prima che queste vengano issate e poste là dove devono stare. In questo modo le viti sono perpendicolari alle pareti e quindi con una solidità a prova di qualsiasi “calamità”, qualsiasi età e voglia di giocare in roulotte essa abbia.

Insomma, The Explorer Group non è solo un eccellente produttore di bellissime caravan e ottimi camper, e nemmeno uno dei leader nelle vendite in Asia e Oceania, ma anche un importante detentore di significativi brevetti.

Complimenti a Erwin Hymer Group per il grande colpo segnato.
Una domanda ora si impone: quando vedremo e potremo comperare le caravan Elddis in Italia?

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
WhatsApp

Non perderti nessuna notizia. Iscriviti alla nostra Newsletter.

Ultime notizie

Editoriale