Sinergie

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
WhatsApp

di Umberto Agliastro

La svolta data da Newscamp mi aveva fatto sentire lontano ed inadeguato alla nuova “vision” di Luca Stella,.  

Tempo  fa ricordò la nascita della rivista  Plain  air  che chiuse l’epoca di quando si  andava in “campagna” dai parenti, dai nonni, aprendo quella del turismo. Erano epoche dove il sogno era la ricchezza del progetto, di quando  l’economia unì Nord e Sud  e fu concausa  di boom economico, anche se oggi si  ricordano  solo le valigie di cartone.

WWF, fondata in Italia nel 1966 da Fulco Pratesi,  ne fu sorella e  sinergicamente  fece  nascere  l’amore verso ogni espressione della Natura.                                                                                                            Oggi il mondo giovanile, se ascoltato dimostrerebbe che manca solo una grande  regia od un grande sceneggiatore.    La rivista Plain Air fu il regista e lo sceneggiatore di quegli anni. I giovani del ’68 culturizzarono il sogno, lo rilanciarono…………….anche se non frenarono i metri cubi di cemento che si sarebbero poi riversati su spiagge e montagne.  

E il mondo del plain air, delle caravan, dei camper ecc.ecc. oggi?                                                  Sembra sia in una sorta di Big Ben…..esploso in tutte le direzioni, tutti ne parlano, tutti lo vogliono, tutti ne tirano la “giacchetta”……? Per ora al quadro manca la “cornice”.           

Intanto i giovani non seguono l’idea dell’industria che produce  mezzi per famiglie. Sistemano macchine, furgoni, tende, moto, biciclette. Non usano le autostrade, alla ricerca di vie Francigene.  Un letto, il resto tecnologia che consenta loro di rimanere “connessi”. Non più la ricerca solo di grigliate conviviali. Ricerca di nuovi valori, di attenzioni verso nuove economie, di “energia”  che una volta  era “spiritualità”.  Nuovi “EasyRider” senza un mentore che li esalti  alla ricerca di una nuova Filosofia di Vita.  .

L’era Covid ha fatto apprezzare non l’amore del plain-air ma la praticità dell’isolarsi per “stare bene”. Un’antitesi nella storia dei mezzi ricreazionali. Basta leggere i commenti dei followers per capire che è l’incontro delle solitudini, dei disagi, spesso della non cultura se non dell’ignoranza. Gente che interroga  Google per  essere “competente”. Plain air e WWF sono oggi delle multinazionali o multiprodotti, anche se  continuano a seminare…….!!!   

Dopo che in Italia la drastica riduzione del turismo straniero in epoca Covid stava facendo chiudere alberghi storici o di prestigio nelle città d’arte……….le aree sosta aprivano a maggio e chiudevano a settembre, come oggi……inoltre le loro tariffe sono genericamente aumentate, come le materie prime di settore che rallentano   i tempi di consegna di caravan e camper. 

Non so come leggere tutto questo.  L’”andrà tutto bene” di inizio pandemia qui si è trasformato in un  “va sempre tutto bene”, ma  pochi si chiedono perché !!!  Quel che è certo che l’abitar viaggiando si è esteso, con improbabili intruppamenti in agosto, mentre si vaga invisibili per l’Italia nel resto dell’anno……

Da un ventennio nella Sicilia invernale c’è sinergia fra operatori del settore. Un tam tam fra alcuni di loro che indirizzano i propri ospiti verso l’un l’altro  riservando qualità di accoglienza sia nella sosta di un giorno o di 6 mesi…….e spesso sono in ovrbooking !!

Fine anni ‘80  la Nautica italiana si mise a creare porticcioli turistici per il fatto che la vicina Francia e  Jugoslavia avevano scoperto l’emergere esplodente di una passione nemmeno inconsueta per popoli che si affacciano nel Mediterraneo……Probabilmente sarebbe tempo che i due settori iniziassero una sinergia, magari regalandosi reciproci spazi di sosta (come nel porto di Termoli o nel Porto di Terracina), per favorire nel concetto del plain air l’estensione di tempo d’uso di barche , camper o caravan visto che le serrate anticipate di porti turistici , aree dedicate o campeggi….. fanno dire agli addetti di settore…..”chiudiamo perché non c’è turismo”……..rendendo felice il B&B…..!!!

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
WhatsApp

Non perderti nessuna notizia. Iscriviti alla nostra Newsletter.