SIFI e il prato all’inglese

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
WhatsApp
S.I.F.I.

SIFI è il prato all’inglese
di Luca Stella

Un bellissimo aneddoto riguarda i prati all’inglese.
Questo aneddoto racconta di come un turista in visita in Gran Bretagna vide una villetta con un bellissimo prato all’inglese.

Sbalordito per quel bellissimo manto così verde e così curato, un tappeto che pareva quasi di seta se non fosse che si sapeva dovesse essere di erba. Ancora attonito si imbatté nel proprietario dell’immobile e quindi la domanda sorse spontanea: “Scusi, ma come ha fatto a ottenere un prato all’inglese così bello?“.

Il Signore inglese sorrise e con calma iniziò a spiegare: “Vede, è semplicissimo. Ogni sera lei passa tutto il prato non con il taglia erba a motore ma con quello a mano, perché la sua mano deve avere la sensibilità giusta per tagliare a una certa altezza. Poi la mattina presto, si alza verso le 5, e troverà l’erba che è bella dritta, merito della rugiada. E’ proprio quello il momento perfetto per andare con la lente di ingrandimento e le forbicette a tagliare singolarmente ogni singolo ciuffo d’erba che cresce di qualche millimetro più degli altri. Bene, faccia così ogni giorno e dopo 400 anni vedrà che bel prato all’inglese si ritrova!“.

Una storiella che pare quella della SIFI ed è per questo che in questo quarantesimo anno appare più che opportuno associarla alla nota impresa distributrice.

40 anni sono un bel record, un successo. E lo sono ancora maggiormente nel momento in cui questo risultato, come in un prato all’inglese, non si raggiunge costruendo grattacieli, e conosciamo gloriose imprese nate all’epoca che costruivano grattacieli e che oggi non ci sono più, e nemmeno petroliere o aerei a reazione, e conosciamo gloriose imprese nate all’epoca che costruivano petroliere o aerei a reazione e che oggi non ci sono più. No, proprio come un prato inglese, SIFI nasce vendendo prodotti dal valore medio non così elevato, confrontandosi quotidianamente con le problematiche dei centri vendita e di quelli assistenza. Ecco perché bisogna evidenziare il successo di un corso di aggiornamento tecnico con un numero di accesso bloccato a 160 e che invece è stato alzato a oltre 190, causa troppe adesioni. Troppe adesioni non per una partita di calcio, ma per un corso tecnico, ulteriore prova provata del fatto che SIFi rappresenta un interlocutore serio e affidabile. Da oggi? No, da quarant’anni. Appunto.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
WhatsApp

Non perderti nessuna notizia. Iscriviti alla nostra Newsletter.

Ultime notizie

Editoriale