Hymer al cinema con The most beautiful day

il giorno più bello

Hymer al cinema con The most beautiful day.

La fatidica data di sta rapidamente avvicinando e sarà quella di giovedì, 30 marzo 2017.

“The most beautiful day – Il giorno più bello” è il film campione di incassi in Germania, distribuito da Nomad Film Distribution, che proprio quel giorno sarà nelle sale cinematografiche italiane.

Protagonista indiscusso del film un HymerMobil d’epoca, un S750 Daimler Benz, a celebrare l’importanza del marchio inventore del motorhome, che quest’anno festeggia il suo 60° anniversario.

L’emozionante road movie è stato campione di incassi in Germania con 15 milioni di Euro ed è un concentrato di risate e commozione.

Al centro della storia due giovani malati molto anti-convenzionali: Andi, ambizioso e bizzarro pianista, e Benno, spensierato avventuriero, impersonati da  due stelle del firmamento cinematografico tedesco, ovvero Florian David Fitz e  Matthias Schweighöfer.

Scappati dalla clinica che li ospita e racimolato il denaro necessario, i due si mettono in viaggio verso il Sudafrica, a bordo di un motorhome Hymer, alla ricerca dell’ultimo e più bel giorno delle loro vite. La loro avventura li porterà a vivere situazioni tragicomiche fra gag irresistibili e momenti di profonda riflessione, e li condurrà al compimento di un piano segreto.

Il film arriva in Italia in un momento in cui il tema della fine della vita è al centro del dibattito politico e sociale, affrontando il tutto in modo ironico e originale. Andi e Benno non hanno scelta, attendono un destino che sembra inesorabile, eppure si rendono conto che la vita può essere un viaggio meraviglioso, anche se la meta finale è vicina.

“The most beautiful day” affronta con intelligenza e ironia il tema della fine della vita e del diritto alla felicità e, attraverso il tema del viaggio, veicola una riflessione profonda sul senso della vita. Il risultato è un film che commuove, diverte ed emoziona, un inno all’amicizia e alla vita, oltre che un’esortazione a viverla fino in fondo.

Lascia un commento

*