cosa succede nei campeggi all’estero

noleggio camper e caravan Apollo lascia gli USA

L’Italia è in una sorta di “quasi Fase 2” e altre nazioni, sebbene talune entrate dopo, ne sono già uscite.

A questo punto diventa importante capire come sta procedendo il ritorno a una “quasi normalità”.

Significa che anche da noi sarà così? Non è detto, però è importante sapere come procede altrove e domandarsi se il fenomeno è ripetibile anche da noi o no.

Iniziamo quindi con il dire che, indipendentemente dal Continente, in tutti i casi coloro che approcciano al turismo in libertà provenienti da un turismo statico, come le crociere e i villaggi turistici contattano i campeggi per affittare una piazzola con bungalow, casa mobile o caravan.

Sappiamo per certo, dai alla mano, che in nazioni come la Svizzera, il Canada e gli USA, questa tipologia di neo-campeggiatori rappresentano una grossa fetta del mercato, relegando a una percentuale minimale quanti scelgono il veicolo ricreazionale per un uso itinerante.

A riprova basta vedere il bellissimo video di RVIA, ossia l’Associazione del costruttori yankee, dove delle varie tipologie di veicoli ricreazionali, quelli a motore sono presenti in modo minimale.

Lascia un commento

*