Autunno e inverno alcuni Cammini da percorrere in 4/5 giorni in Nord Italia

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
WhatsApp

Un fine settimana lungo, un ponte, quattro/cinque giorni. Spesso, in attesa di periodi di vacanza più duraturi, è questo il tempo che si ha per concedersi una pausa e mettersi in viaggio. Le guide di Terre di mezzo Editore, oltre a raccontare in dettaglio il percorso e fornire tutte le informazioni necessarie per pianificarlo, offrono preziosi spunti per personalizzare il proprio viaggio a seconda del tempo che si ha a disposizione, spesso proponendo itinerari tematici.

Ecco quindi una selezione di Cammini del nord Italia adatti per pianificare una pausa di quattro/cinque giorni immersi nella natura nei mesi autunnali e invernali, per non lasciare alcun viandante a corto di passi.

Il Grande Giro del Garda è un trekking che si snoda attraverso l’intero perimetro del lago di Garda, a cavallo tra Lombardia, Veneto e Trentino Alto-Adige. Particolarmente adatto agli appassionati di storia e archeologia, grazie ai siti e ai musei presenti, è l’itinerario che, in quattro giorni, conduce attraverso la sponda sud-occidentale del lago, in cammino da Gardone Riviera a Peschiera del Garda.

Guida al Sentiero del Viandante propone quattro itinerari che collegano l’Italia e la Svizzera lungo antiche vie di comunicazione. Il Sentiero del Viandante è un itinerario di 49 chilometri che collega Lecco a Colico e si sviluppa interamente nel bacino del lago di Como; percorribile da tutti in cinque tappe, mentre per i camminatori più allenati sono adatti anche tre giorni. In inverno è inoltre praticabile il Sentiero di Leonardo: 78 chilometri da Milano a Lecco, a piedi sul territorio attraversato dall’Adda e legato alla figura del geniale ingegnere Da Vinci.

Il Cammino di San Colombano è un cammino spirituale di 330 chilometri dalla Svizzera a Bobbio. Per familiarizzare con questo tracciato si suggeriscono tre giorni attraverso le colline piacentine: dalla pieve di Verdeto a Bobbio, lungo continui saliscendi, i colori del bosco in autunno regalano la vista di panorami meravigliosi.

CamminaForeste in Lombardia propone nove itinerari a piedi che uniscono le venti foreste regionali collegando le sponde dei grandi laghi, dal Po al monte Resegone. Un itinerario adatto da percorrere anche in inverno, è quello che dall’Isola Boschina conduce al Lago di Garda: quattro tappe alla scoperta della Foresta della Carpaneta e della riserva naturale Bosco Fontana.

La Strada delle Abbazie: 130 chilometri a piedi alle porte di Milano, per scoprire la sua campagna ed immergersi nel silenzio dei campi. Tre giorni di cammino, da Rozzano a Milano, seguendo tre corsi d’acqua: il Naviglio Pavese, il Naviglio di Bereguardo e il Naviglio Grande, fino all’abbazia di Morimondo. Inoltre, percorrendo le prime due tappe dell’itinerario, è possibile ammirare quattro fra i più bei gioielli dell’architettura sacra della zona: le abbazie di San Lorenzo in Monlué, Chiaravalle, Viboldone, e la basilica di Santa Maria in Calvenzano.

I Cammini di Oropa: quattro percorsi verso il Santuario dedicato alla Madonna Nera. Una pausa dalle grandi città per beneficiare dell’immensità della spiritualità e della straordinaria natura alpina: da Milano a Torino si può raggiungere in treno Santhià o Ivrea e mettersi in cammino verso Oropa. Quattro o cinque giorni per vivere un’esperienza straordinaria nell’ambiente della Serra Morenica e del lago di Viverone, e immergersi nella spiritualità di Valperga con il Sacro Monte di Belmonte, il monastero di Bose e il santuario di Graglia, fino a raggiungere il più importante tempio mariano delle Alpi.

Il Cammino Balteo è un itinerario ad anello di 350 chilometri a piedi alla scoperta della Valle d’Aosta. I camminatori possono vivere questa regione anche in inverno, dedicandosi a passeggiate semplici, tra i vigneti di nebbiolo, che invitano a concludere le giornate con il buon cibo e il buon bere. Si cammina tra Pont-Saint-Martin e Donnas, si raggiunge poi Aosta in treno e La Salle in bus; a piedi alla scoperta del Blanc de Morgex et de La Salle fino a Morgex e poi un altro viaggio in bus verso Aymavilles, per camminare fino ad Aosta in vista dei vigneti delle Crêtes.

La Via Francigena 1.000 chilometri a piedi dalle Alpi a Roma a piedi lungo il percorso degli antichi pellegrini sulle orme dell’arcivescovo Sigerico (X secolo). Per gli amanti dell’arte si suggerisce il facile cammino lungo il tratto padano tra Pavia e Fidenza; quattro giorni alla scoperta di alcuni tra i più importanti monumenti di arte medievale del nord Italia, fra cui San Michele a Pavia, il duomo di Piacenza, l’abbazia di Chiaravalle della Colomba e il duomo di Fidenza.

Il Sentiero dei Ducati 200 chilometri a piedi da Reggio Emilia a Sarzana: dalla grande pianura al mare attraverso l’Appennino. Una proposta per un assaggio di questo itinerario, ed evitare gli ambienti montani durante l’inverno, è quella di percorrerlo a ritroso: da Sarzana quattro giorni di cammino fino a Casola in Lunigiana o Regnano Castello.

Ogni guida è completa di tutte le informazioni per mettersi in cammino: le cartine dettagliate, le altimetrie, i dislivelli, la descrizione del tracciato, le ospitalità, i servizi, i luoghi da non perdere e gli approfondimenti per scoprire tutto quello che offre il territorio.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
WhatsApp

Non perderti nessuna notizia. Iscriviti alla nostra Newsletter.

Ultime notizie

Editoriale