accordo Ford e Erwin Hymer Group

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
WhatsApp
Etrusco CV 600 DF su Ford Transit in pista

Ford-Werke GmbH ed Erwin Hymer Group (EHG) hanno annunciato di aver firmato un accordo quadro per la consegna di veicoli commerciali leggeri delle serie Ford Transit e Ford Transit Custom come base per veicoli ricreazionali e camper puri.

Inoltre, è stata concordata una partnership strategica che include una visione condivisa delle esigenze future dei clienti e del quadro giuridico. Al centro, si tratta di argomenti come la legislazione sulle emissioni, l’elettrificazione, la digitalizzazione, la connettività e l’integrazione dei sistemi di assistenza alla guida.

Ford integra anche strettamente EHG nel processo di sviluppo del prodotto. Con l’accordo, entrambe le società stanno rispondendo al boom del settore autocaravan in corso da otto anni.

Ford è il principale produttore di veicoli commerciali leggeri in Europa. Grazie all’accordo quadro, l’azienda può diversificare ulteriormente e aprire così nuovi segmenti di mercato in forte crescita.
Erwin Hymer Group, tra i leader di mercato europeo per i camper, sta ampliando la base di fornitori di veicoli per i suoi vari marchi e migliorando così la capacità di consegna, che è stata limitata dalla crisi dei semiconduttori.

Come parte di Thor Industries, il più grande produttore mondiale di veicoli per il tempo libero, Erwin Hymer Group vede anche un vantaggio nella cooperazione nel fatto che Ford, come azienda globale, produce la serie Transit non solo in Europa, ma anche in Nord America e Cina.

La collaborazione decisa si concentra sui furgoni e telai ribassati Ford Transit e sulle station wagon personalizzate Ford Transit, che vengono utilizzati come base per i camper, i semi-integrali e i mansardati e riguarda tutti i marchi appartenenti alla galassia Erwin Hymer Group.

I veicoli base saranno prodotti nello stabilimento Ford di Kocaeli in Turchia e saranno consegnati a rate dal 2022 al 2024. Ford sta investendo, tra l’altro, nell’espansione delle capacità produttive a Kocaeli e sta anche rafforzando la sua struttura organizzativa in vari paesi europei e divisioni aziendali tedesche.

Erwin Hymer Group attiva un segmento in crescita, in particolare, attraverso la serie Ford Transit Custom, in quanto questi veicoli sono adatti come unico veicolo in famiglia grazie alla loro versatilità e alle dimensioni compatte. Con il Transit Custom, Ford propone veicoli manovrabili e quindi utilizzabili anche per il traffico cittadino, con una struttura modulare. La versione con tetto a soffietto, disponibile per entrambi i passi, sta riscuotendo sempre maggiore successo.

Questo non è il primo accordo commerciale per i due partner. All’inizio degli anni ’80, il Ford Transit fu la base per l’Hymercar, il primo van da campeggio del marchio Hymer. Nel 2004 Ford e Hymer hanno concordato la consegna di veicoli base Ford per semintegrali, integrali e mansardati.

Martin Brandt, CEO di Erwin Hymer Group: “Le due serie Ford Transit ci hanno convinto come veicoli base per i nostri marchi. I nostri clienti apprezzeranno particolarmente la loro diversità, le soluzioni di assistenza innovative e il design accattivante. Ford ci ha anche fornito una chiara strategia per lo sviluppo della sua attività di veicoli commerciali in Europa. Vediamo quindi un prerequisito ideale per espandere ulteriormente la partnership a lungo termine”.

Hans Jörg Klein, vicepresidente del consiglio di amministrazione di Ford-Werke GmbH: “In Ford abbiamo molti anni di esperienza e una grande passione per le case mobili. Siamo ancora più entusiasti del fatto che le nostre due serie di veicoli commerciali Custom e Transit – e in particolare le nuove versioni “Active” e “Trail” – abbiano convinto l’Erwin Hymer Group e che ora siamo in grado di fornire un altro partner altrettanto forte e innovativo. Stiamo quindi partecipando a uno dei segmenti di veicoli in più rapida crescita in Europa”.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
WhatsApp

Non perderti nessuna notizia. Iscriviti alla nostra Newsletter.

Ultime notizie

Editoriale