U.C.A. scrive ai Segretari di Partito

Ivan Perriera e Luca Stella Camperbusiness si struttura al Sud

Da U.C.A. – Unione Club Amici – riceviamo e volentieri pubblichiamo

Spett.le (in ordine alfabetico)
Civica Popolare – Beatrice Lorenzin Forza Italia – Silvio Berlusconi
Fratelli d’Italia – Giorgia Meloni
Lega – Matteo Salvini
Liberi e Uguali – Pietro Grasso Movimento 5 Stelle – Luigi Di Maio
Partito democratico – Matteo Renzi
Più Europa – Emma Bonino
e p.c. Stampa Nazionale

Isernia lì 19/02/2017

Oggetto: Emendamento Legge di Stabilità 2018, a favore dei portatori di handicap sull’agevolazione dell’IVA al 4% dichiarato inammissibile.

Spett.li Leader,
vi scrivo a nome e per conto delle tante famiglie nelle quali c’è un diversamente abile (e alle quali invierò le vostre risposte), per informarvi che, grazie alla disponibilità di alcuni Onorevoli, avevamo fatto presentare, sia al Senato che alla Camera, un emendamento a favore dei portatori di handicap e i loro familiari, relativamente alla limitazione della legge nr. 97, del 9 aprile 1986.
Quello che più ci addolora è che il suddetto emendamento non è stato respinto per ragioni oggettive ma perché ritenuto “inammissibile” dalla commissione bilancio della “Camera”.
Ci chiediamo, gentili Segretari, come sia mai possibile che una richiesta riguardante persone in difficoltà possa essere definito “inammissibile”.
Avevamo voluto evidenziare che, come da specifica della Legge, i soggetti che seguono:
• disabili con handicap psichico o mentale titolari dell’indennità di accompagnamento
• disabili con grave limitazione della capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazioni
• disabili con ridotte o impedite capacità motorie.
possono usufruire dell’IVA al 4% per l’acquisto di qualsiasi veicolo (auto sportiva, coupè o cabriolet) ma non sull’acquisto di Autocaravan quando, invece, tali veicoli risultano essere quelli più indicati per il trasporto e il trasferimento dei soggetti con handicap. In presenza di problemi così invalidanti, come quelli richiesti per l’applicazione della norma, lo spostamento di tali soggetti con una normale autovettura è un’operazione molto difficoltosa, che costringe anche i loro familiari a notevoli difficoltà sia per gli spostamenti per motivi di cure mediche (ormai sempre più frequenti a causa delle distanze maggiori, per via della razionalizzazione dei costi e successiva chiusura di tantissimi plessi ospedalieri), che per motivi personali; non in ultimo, anche per l’utilizzo di sedie a rotelle, il più delle volte di grosse dimensioni per i soggetti affetti da tali problemi, l’indiscussa necessità di attrezzature indispensabili per la loro stessa sopravvivenza (ivi compreso l’abbigliamento e attrezzature mediche indispensabili e giornaliere).
Per quanto sopra, e volutamente prima delle elezioni, voglio chiedervi la vostra disponibilità a voler affrontare al più presto il riesame di tale kafkiana situazione.

Ivan Perriera
Presidente Nazionale
Unione Club Amici

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.