Project 2000 produzione del letto basculante EuroLoft Bed Lift negli States

Project 2000 produzione del letto basculante EuroLoft Bed Lift negli States

Da Project 2000 riceviamo e volentieri pubblichiamo

Il letto EuroLoft Bed Lift, salvaspazio a scomparsa o ribaltabile, di Project 2000, una filiale italiana di Lippert Components, fornitore internazionale americano per il mercato dei veicoli ricreazionali e per il tempo libero, viene ora assemblato negli Stati Uniti per garantire un servizio più efficiente agli OEM americani, con piani industriali studiati per ridurre i tempi di consegna a meno di due settimane.

Il letto estraibile EuroLoft Project 2000 può essere abbassato dal soffitto, risparmiando lo spazio occupato da un letto fisso, per creare più spazio abitativo e nuove opportunità di design per la pianta, mantenendo inalterato il comfort necessario a un buon riposo. Il letto basculante si abbassa rapidamente, sia manualmente sia elettronicamente, muovendosi su cinghie di nylon brevettate e ha già richiamato molto interesse da parte di produttori anche al di fuori del settore RV, per esempio nell’industria del truck e nelle piccole industrie locali.

Prima di avviare la produzione presso il Lippert Components Plant 85, nello stato americano dell’Indiana, nel settembre 2017, il team di Project 2000 ha investito più di sei mesi in formazione e pianificazione per integrare il processo produttivo utilizzato in Italia e garantire la qualità del prodotto. La produzione ha ora raggiunto i 350-450 letti al mese.

Attualmente i letti vengono assemblati da kit inviati da Project 2000 in Italia, mentre il team negli Stati Uniti sta lavorando con impegno per essere in grado fin d’ora di reperire i componenti localmente e creare sempre piú efficienza.

Il trasferimento del processo di produzione dall’Italia agli Stati Uniti è stato molto impegnativo. Gestire informazioni in un’altra lingua e l’utilizzo di misure metrico decimali diverse dalle nostre ha richiesto uno sforzo in piú in fase di avviamento” – commenta sull’integrazione del processo produttivo in America, Andrew Bond, Assistant Plant Manager di Project 2000 negli USA – ”Dobbiamo convertire tutte queste informazioni ai nostri standard e al contempo stiamo concentrando le nostre risorse per sviluppare un sistema sempre piú efficace e veloce per garantire una sempre più rapida risposta alla nostra clientela”.

Attualmente riceviamo i componenti dalla sede italiana e questo ci ha permesso di approcciare lo studio e il montaggio del nuovo prodotto con una qualità dei materiali già ricercata e all´avanguardia. Tuttavia, per motivi geografici il trasporto via mare richiede dei tempi di consegna più lunghi e per ovviare a questo vincolo, stiamo cercando soluzioni per essere molto più reattivi di quanto lo siamo ora. Stiamo, infatti, studiando i nostri fornitori sul mercato per reperire tutti i materiali a livello nazionale e raggiungere l’obiettivo delle consegne entro due settimane” aggiunge Andrew Bond.

Una nostra attenzione particolare è, inoltre, quella di garantire che non ci siano problemi di qualità nella nostra produzione. I nostri prodotti hanno avuto pochissimi problemi di garanzia in Italia e vogliamo mantenere quella qualità per non interrompere mai il rapporto di fiducia costruito con i nostri clienti. Uno dei nostri primi clienti ha già avuto oltre 200 EuroLoft Bed Lifts senza, fino ad ora, nessun richiamo ” conclude Andrew Bond.

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.