Patente di Guida Italiana per la UE è da rifare

Patente di Guida Italiana per la UE è da rifare

La patente di guida rilasciata dalla Repubblica italiana non va bene. Chi lo dice è nientemeno che l’Unione Europea. Tanto da aver inviato al Governo di Roma una lettera di costituzione in mora, il primo passo verso l’apertura della procedura d’infrazione.

Ma come mai questo accanimento contro l’importante documento di abilitazione alla guida di veicoli?

Il fatto che non riporterebbe con sufficiente chiarezza le eventuali limitazioni alla guida del titolare del documento. E l’Italia è in buona compagnia, visto che anche la Patente di altre nazioni non sarebbe

valida, ovvero quella di Germania, Lettonia e Olanda.

Adesso i 4 Governi beccati in fallo hanno a disposizione 2 mesi per rispondere ai rilievi della Commissione Ue. In caso contrario è pronto il deferimento alla Corte di Giustizia.

Insomma, italiani, tedeschi, lettoni e olandesi credevano, poveri illusi, di guidare con una patente valida e invece no. Infatti, ora, l’Italia e gli altri tre Stati dovranno adeguarsi alla direttiva 2006/126/CE, che impone di riportare chiaramente sulla licenza di condurre tutte le informazioni relative alle limitazioni alla guida, come, per esempio, l’obbligo di portare gli occhiali o le lenti a contatto.

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.